#Artissima, la fiera internazionale d’arte a Torino.

Processed with VSCOcam with f2 preset

Oggi non vi faccio dilettare con dettagli sui nuovi look , su nuove collezioni di occhiali o gli ultimi tagli che vanno di moda questo inverno, in questo post ho deciso di raccontarvi la mia esperienza ( di una “sola”  giornata, purtroppo) a Torino, e per essere più precisi ad #Artissima.
Una delle fiere di arte più importanti e devo dire, più interessanti a cui abbia mai preso parte.
Per questa nuova edizione è stato chiamato Maurizio Cattelan per curare una mostra fuori dalla fiera che ha preso  in prestito il titolo dall’opera di Bruce Nauman One Hundred Live and Die del 1984, “tappezza” Palazzo Cavour di banconote (Eric Doeringer THE HUG, 2014) nel segno del dollaro , ma al di là di questa grande figura artistica tantissime sono state le opere esposte e soprattutto le “performance” , tra cui quelle di Nico Vascellari , quest’anno la mostra ha proprio dedicato uno spazio preciso per le performance , e le parole della direttrice, Sarah Canarutto dicono : “ci è stato chiesto un segnale importante proprio dalle gallerie. Si tratta di un programma ricco: 16 performance nei quattro giorni di fiera, selezionate da tre importanti curatori, verranno presentate a un orario preciso sebbene prevedano diverse modalità di utilizzo dello spazio oppure del tempo, che può essere più dilatato, più narrativo e così via. In alcuni casi, come quello di Cally Spooner, sorprendono il pubblico da zone inaspettate: nel piano bar, durante l’aperitivo, canta Frank Sinatra o Tina Turner con testi che però sono critiche sociali. Prinz Gholam presenta delle coreografie con i corpi di performer che ricostruiscono importanti iconografie tratte da capolavori della storia dell’arte, mentre Tom Johnson si produce in un monologo assurdo costruito su una situazione di stage quasi teatrale. E se Marcello Maloberti realizza dei tableaux vivant, Giovanni Morbin personalizza i biglietti di ingresso. Per noi ospitare la performance ha costituito una grande sfida, è forma d’arte senza regole, che assume sembianze differenti e ha un rapporto con il pubblico che cambia in modo drastico». ”
Detto questo, purtroppo la mostra è finita , ma non per questo non potete recarvi alla prossima e nel frattempo godervi qualche foto che ho scattato alle opere che più mi hanno impressionato.
Buona lettura!

Processed with VSCOcam with f2 preset

 

 

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

 

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

 

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

Processed with VSCOcam with f2 preset

 

 Grazie per la lettura,

Un Acido.

Per ulteriori informazioni su Artissima , cliccate QUI.

 

Comments

comments

6 thoughts on “#Artissima, la fiera internazionale d’arte a Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial