CIBUS 2016: Cosa mi ha colpito.

Processed with VSCO with a6 preset

Prendete una persona che ama il cibo. Portatelo al salone internazionale dell’alimentazione e la renderete felice.
In queste righe vi ho , più o meno , riassunto quella che è stata la mia esperienza martedì al CIBUS  inizio col ringraziare il brand Petti per avermi dato questa opportunità , sia di partecipare alla fiera , che al loro evento , in compagnia dello chef Max Mariola, il sessuologo Marco Rossi e la scrittrice Roberta Deiana , autrice di Sesso, Droga e Macaron.

Processed with VSCO with a6 preset

Ho lasciato il cielo grigio di Milano per ritrovare lo stesso a Parma , ma ne è valsa la pena.
Appena sono arrivato ho conosciuto lo chef che ha deliziato me e altri blogger/giornalisti con un primo piatto di busiate alla puttanesca per iniziare al meglio il pranzo.

IMG_5433

IMG_5435

dopo questo momento culinario  ho approfittato per girare un po’ il CIBUS e tra i tantissimi brand mi hanno colpito vari , specialmente per i prodotti proposti ( i peperoncini ripieni di pecorino , la veganduja , il sugo di pane a pasta ai carciofi di Agromonte)

IMG_5414

IMG_5415

IMG_5416

IMG_5417

un discorso a parte meritano questi dolci che vedete subito in basso.  Sono prodotti da La dolce Terra e rappresentano il trade d’union perfetto tra la Campania e la Sicilia. Perché? Iniziate ad applaudire perché vi trovate di fronte al primo dolce al mondo fatto con la mozzarella , all’esterno, e l’impasto della cassata, al suo interno.

IMG_5418

IMG_5419

in ultima istanza vi presento AMACARDO , un brand completamente made in italy , e precisamente made in Sicily , che ha dato vita ai primi liquori e distillati a base di carciofino selvatico, direttamente imbottigliato.

IMG_5422

DSC_0219

la parte forte della giornata vede protagonista sempre Petti Pomodoro, che alle 15.30 ha coniugato una profonda ed “hot” conversazione  in compagnia del sessuologo e della scrittrice sopra menzionati , mentre lo Chef Mariola ha proposto quattro portare afrodisiache, giusto per restare in tema.
La prima portata è stato un vero e proprio filtro d’amore , a base di pomodoro , da sempre frutto dalle qualità afrodisiache.
il secondo , chiamato peccato della carne, prevedeva un bocconcino di carne impanato  con salsa di pomodoro.
il terzo , i baci di venere , erano dei gamberi impanati da mangiare senza l’uso delle posate , con base di salsa di ceci, cipolle, pistacchi e panko.
Per ultimo, il mio preferito , un tocchetto di salmone su un filo d’alga  farcito con pomodoro , cipolla  e creme al profumo di aceto.
IMG_5446
vi lascio alle varie foto dell’evento.
Grazie per la lettura.

IMG_5366

IMG_5429

IMG_5426

Processed with VSCO with a6 preset
un grazie grande va a lei , una bellissima persona, Arianna.

IMG_5370

Processed with VSCO with a6 preset

Processed with VSCO with a6 preset
qui Elisabetta ci spiega esattamente come funziona il body food , hihi.

IMG_5425

IMG_5434

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial