LA MISURA EROICA – Andrea Marcolongo

Processed with VSCO with a6 preset

Chi mi conosce sa quanto io ami scoprire l’etimologia delle parole, specialmente se la loro origine è legata al greco, lingua che venero dai tempi del liceo. Ed è stato per questa passione comune che ho conosciuto Andrea Marcolongo, scrittrice de “La lingua geniale, 9 ragioni per amare il greco ”. Nel suo nuovo romanzo, La misura eroica

Processed with VSCO with a6 preset

Ci spiega il viaggio che ognuno di noi dovrebbe compiere, narrando le gesta degli Argonauti,circa  50 eroi che sotto la guida di Giasone hanno salpato mari alla ricerca del vello d’oro.

Un mito che ha spinto gli uomini ad amare. Non a caso Andrea inizia il suo libro con le parole di Platone, che, nel Simposio, spiega come non esista nessun uomo così codardo che Amore non riesca ad infondergli coraggio, e trasformarlo in eroe.

Spesso penso a quante volte ci facciamo del male, non ci rendiamo conto di tutti i sacrifici e gli ostacoli che abbiamo superato,  esigiamo troppo da noi stessi a lavoro, nelle amicizie, negli amori, prendiamo tutto come una sfida, con il perpetuo desiderio di vittoria e ringrazio di cuore la mia omonima perchè con questo libro ho capito un concetto fondamentale: Per essere eroi dobbiamo innanzitutto amare noi stessi. Dovremo più spesso ispirarci ai greci, capire che essere eroe non significa fallire o vincere, ma mettersi alla prova.

Ieri ho avuto la splendida opportunità di incontrare lei, la creatrice di questa grande bellezza: Andrea. Mi ero appuntato una serie di domande da farle, curiosità più che altro, che non sono riuscito a porle per la tanta emozione che mi ha stretto il cuore. Abbiamo chiacchierato del suo libro, della sua vita, e soprattutto di come siamo sempre più connessi con qualcosa, e sempre meno connessi a qualcuno, in questo mondo dove oramai è tutto dato per scontato e persino le parole sono andate perse.

Si sente l’urgenza di amare e  benché l’amore sia definito, da Marcolongo, come l’avventura con il tasso di fallimento più alto, troveremo, prima o poi, il momento per rimetterci in mare e innamorarci di nuovo.

Grazie, per non esserti fermata e aver sentito il bisogno di mettere su carta questa splendida “σύμμιξις” di emozioni, etimologie, parole, concetti, bellezze : mi hai fatto ricordare il motivo per cui all’età di 11 anni ho preso in mano il mio primo libro e, come dice Pennac  «un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso.»
E grazie per la splendida dedica.

PS: ringrazio anche Mondadori per lo splendido evento ed Elisa, una grande bookblogger e amica.

 

 

Facetune_26-03-2018-21-20-46

Processed with VSCO with a6 preset

IMG_2399

Processed with VSCO with a6 preset

IMG_2159

Se volete comprare il libro, qui trovate il link Amazon:

 


 

 

 

 

 

Grazie,
Un Acido lettore.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial