Il Fair Play dei Bloggers.

#fairplay:gioco corretto, rispettando le regole.

Magari esistesse nel mondo dei blogger: tutto sarebbe diverso.
Era da un po che pensavo di scrivere un post del genere, specialmente dopo che il web si è riempito di parole come BLOGGER-MAFIA , GIOCO-DEI-BLOGGER , BLOGGER-CLAN.
Molti di voi sicuramente sapranno che prima avevo un blog completamente diverso e voglio confessarvi che uno dei motivi per cui ho deciso di chiuderlo è stata  proprio questa competizione esagerata del settore.
Dopo aver letto la maggior parte degli articoli su internet mi è salita una tristezza che voi non immaginate: ma a cosa serve tutto questo? Perché cercare di sputare cattiverie sugli altri colleghi solo per elogiare se stessi?.
Credo che tutto questo sia stato davvero esagerato , da un lato, e dall’altro triste nel pensare che invece di aiutarci uno con l’altro, non vediamo l’ora di scendere in battaglia e combattere contro chi ha più follower, chi più visite, ma cosa ve ne importa? A voi cosa cambia se un blogger compra follower o meno? Peggio per lui, li ha comprati, sicuramente avrà maggiore visibilità , ma in fin dei conti, nessuno lo segue.
Resto sempre dell’idea che sono entrato in questo mondo  non solo per esprimere la mia opinione, ma soprattutto per conoscere persone con i miei stessi interessi , persone da incontrare , da rivedere e con cui sentirmi quotidianamente ( come accade  con alcuni), e restare con il desiderio di andare ad un evento con l’idea di poterli rincontrare tutti.
Quest’anno , da come avrete potuto notare tramite il mio profilo instagram, ho avuto l’opportunità di ritornare sulle passerelle della Milano Fashion Week e ovviamente , ho rincontrato molti blogger che avevo conosciuto un paio di anni fa, risultato? Alcuni hanno fatto finta di non vedermi , hanno voltato la faccia, altri li ho trovati ancora più fusi di prima, e vecchi amici non rispondono nemmeno più  in posta privata o per email. Non voglio accusare nessuno con questo , ma credo che quello che manchi alla maggior parte di questi blogger è quella che comunemente io chiamo “umiltà”, l’umiltà di essere consapevoli che senza follower non si è nessuno , l’umiltà di capire che di fronte hai una persona come tante, che ti stima e ti apprezza.
E la cosa che più mi ha sorpreso è stata che la maggior parte delle blogger italiane è proprio priva di essa, o meglio dire completamente.
L’unica , e dico l’unica , che mi ha sorpreso è stata Kristina Bazan, la mia “collega” preferita fuori i confini italiani, l’ho incontrata per la prima volta ed è stata lei a dirmi ” you’re so cute, i love you , thanks for the photo together”.
Imparate da loro , che non vi fa sicuramente male.

Dopo questo primo sfogo , ho pensato di allungare questo post, dicendovi che se da un lato sono stato fortunato per aver conosciuto blogger davvero tristi , dall’altro posso dire che questa fw mi ha dato l’opportunità di conoscere persone fantastiche , con cui ho condiviso pranzi , press day e sfilate.
AH dimenticavo , persone con cui ci scambiamo indirizzi , suggerimenti , consigli e con cui parlo quotidianamente.

PicCollage

Dato che ci siamo , ho pensato di presentarvi le mie colleghe preferite , sia italiane che non, chi per la sua umiltà, chi per l’estrema dolcezza, eccole:

Read more

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial